OFICINA DE TURISME SANT JULIÀ DE LÒRIA

Plaça Laurèdia – Sant Julià de Lòria
AD600 – Principat d’Andorra
T. +376 744 045
E-mail: turisme.lauredia@comusantjulia.ad

Image Alt

Cosa sono i vini d’alta quota

  /  Cosa sono i vini d’alta quota

Sempre più spesso si sente parlare di ``Vino
d’alta quota``, ma che cos’è esattamente? Dove si trova? A che altitudine? Cos’ha di così speciale?

Un vino per essere definito ``d’alta quota`` deve venire elaborato a partire da uve provenienti da vigne situate a una certa altitudine: di norma, dagli 800 m fino alla quota in cui il clima consente di coltivare le vigne e maturare l’uva.

La principale qualità o il tratto distintivo di questi vini è il loro invidiabile effetto rinfrescante, dovuto alla loro maggiore acidità, risultato della notevole differenza termica esistente tra il giorno e la notte. Sebbene la potenza dei raggi solari sia direttamente proporzionale all’altitudine, l’uva matura più lentamente e progressivamente rispetto alle vigne situate più in basso. Pertanto, il ciclo di maturazione è più lento e il vino acquisisce una maggiore complessità e ricchezza di sfumature.

Tuttavia, ciò non accade ovunque in quota. Infatti, è necessaria un’altitudine specifica a una latitudine geografica ben determinata.

Il vento è un altro grande alleato delle vigne di alta quota, poiché evita la proliferazione di funghi e altre malattie. Inoltre, sulla maggior parte di queste vigne cade ogni anno la neve, una risorsa idrica che si fonde lentamente creando una riserva nel sottosuolo a cui attingere nei momenti di maggiore siccità. Attraverso la neve per di più penetra nella terra l’azoto atmosferico, un fattore decisivo per dare vigore alle piante.

Per via della geografia montagnosa e accidentata del Paese le vigne crescono a una quota poco usuale.

Infatti, le cantine andorrane si trovano a un’altitudine compresa tra gli 860 e i 1200 metri. Oltre alla posizione in quota, tali piccole imprese hanno in comune il tipo di gestione: familiare e di proprietà.

Oltre al vino, in Andorra si elaborano altri prodotti agroalimentari di qualità, come ad esempio il celebre liquore “ratassia”, gli affettati, la carne, la birra, il miele, ecc.

Ricomparsa della vigna ormai scomparsa nel principato.

Negli ultimi anni il settore privato e la pubblica amministrazione si stanno sforzando per diversificare il settore primario, preservare il paesaggio e inserire nuove coltivazioni. Così che la vigna, scomparsa alla fine del 19º secolo a causa della filossera, è ricomparsa nel principato. Queste piccole cantine, situate perlopiù nella parrocchia di Sant Julià de Lòria, rappresentano un’attrazione turistica che va ad aggiungersi a modalità di turismo ben più note, come la neve e lo shopping.